IC FOSSO'

Regolamenti

Print Friendly, PDF & Email

 

STATUTO DELLE STUDENTESSE E DEGLI STUDENTI DELLA SCUOLA SECONDARIA

Click sul link per scaricare lo STATUTO DELLE STUDENTESSE E DEGLI STUDENTI DELLA SCUOLA SECONDARIA

Con l’entrata in vigore dello Statuto delle Studentesse e degli Studenti (D.P.R. 249/1998) ogni istituto scolastico deve analizzare il proprio Regolamento adeguandolo alle norme previste. In particolare l’articolo 2 riguardante i diritti degli studenti risulta di particolare interesse affinché i principi in esso contenuti non rimangano delle mere aspirazioni ma possano tradursi nella quotidianità. Così, ad esempio, il diritto alla partecipazione attiva e responsabile degli studenti alla vita della comunità scolastica implica conseguenze rilevanti: si riconosce il diritto dello studente a partecipare ai processi decisionali della scuola, sia attraverso i canali tradizionali (Consiglio di Classe e Consiglio d’Istituto), sia attraverso la creazione di nuovi spazi di partecipazione che consentano agli studenti un coinvolgimento diretto nelle scelte più importanti della comunità scolastica (ad esempio alcune scuole hanno formato delle commissioni paritetiche con gli studenti per la stesura del Piano dell’Offerta Formativa).
Il regolamento d’istituto è l’attuazione dello Statuto in ogni scuola, deve dunque dichiarare le modalità, gli spazi i tempi di azione degli studenti, deve stabilire le regole che garantiscano il rispetto dei diritti e dei doveri da parte di tutte le componenti scolastiche e prevedere eventuali sanzioni . Risulta evidente lo stretto legame tra regolamento d’istituto e piano dell’offerta formativa del quale il regolamento costituisce norma e garanzia di attuazione. E’ indispensabile, quindi, che la formulazione dei regolamenti sia affidata ad una commissione in cui siano rappresentate tutte le componenti scolastiche, studenti, famiglie, docenti, tutti quelli cioè legati dal patto espresso nel POF e dal fine ultimo del successo formativo di ogni ragazzo. L’adesione ad un regolamento condiviso fin dalla sua formulazione si configura per tutti come assunzione di responsabilità e di consapevolezza del proprio ruolo e del proprio contributo per migliorare la partecipazione al processo di riforma scolastica.
Il Piano dell’Offerta Formativa e il Regolamento d’Istituto sono strumenti fondamentali per delineare un sistema di regole condiviso nell’ambito dell’autonomia scolastica. La modifica del Regolamento d’Istituto diviene quindi un’occasione per ripensare, in modo democratico e con particolare attenzione al criterio dell’inclusione, i processi decisionali e il sistema dei rapporti tra le varie componenti della comunità scolastica. In considerazione del fatto che lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti sostanzia la cittadinanza studentesca e il sistema di partecipazione e rappresentanza, il Regolamento d’Istituto dovrebbe analizzare anche gli aspetti legati alla partecipazione studentesca. Occorre quindi individuare i comportamenti che configurano mancanze disciplinari; le sanzioni previste per queste mancanze; in le sanzioni alternative; regolare la composizione, la procedura di nomina e il funzionamento dell’Organo di Garanzia interno; determinare le forme di dialogo tra studenti e istituzioni scolastiche sulle scelte in tema di programmi, didattica, criteri di valutazione, scelta dei libri, ecc. … individuare le modalità di esercizio del diritto di associazione, di uso dei locali, dell’organizzazione delle attività, ecc. … Elementi qualificanti del regolamento d’istituto sono:

 

  • regolamentazione dell’assistenza allo studio (learning center, attività di tutoraggio,…)
  • attenzione alla valutazione
  • flessibilità del regolamento
  • coerenza tra il regolamento e il piano dell’offerta formativa
  • comitato studentesco (autoregolamentato, con potere decisionale in base al D.P.R. 567/1996);
  • linguaggio semplice e comprensibile.

 

Di seguito riportiamo un esempio di regolamento di istituto elaborato in conformità ai principi e alle norme dello Statuto delle studentesse e degli studenti e del Regolamento dell’autonomia delle istituzioni scolastiche. Il testo è una rielaborazione, curata dall’Ufficio studenti di alcuni regolamenti stilati nell’ambito del Progetto S.O.S., la cui scheda illustrativa è riportata nel capitolo Alcune esperienze.
Si tratta di un’utile base di partenza, uno spunto di riflessione in vista dell’elaborazione dei regolamenti delle singole istituzioni scolastiche che, naturalmente, devono tenere conto soprattutto della propria specifica realtà e dei propri specifici bisogni.

 

REGOLAMENTO D’ISTITUTO (aggiornato al 18/01/2018)

Click sul link per scaricare il REGOLAMENTO GENERALE D’ISTITUTO – IC di Fossò

 

REGOLAMENTO BULLISMO E CYBERBULLISMO 2017

Click sul link per scaricare il REGOLAMENTO BULLISMO E CYBERBULLISMO 2017

 

CRITERI GENERALI PER I NON RESIDENTI IN CASO DI DOMANDE ECCEDENTI NELLE ISCRIZIONI

Click sul link per scaricare il CRITERI GENERALI NON RESIDENTI DOM. ECCEDENTI – CdI-16_12_2013

Regolamento per l’iscrizione degli alunni alle scuole Primarie e secondarie di I° grado dell’istituto Comprensivo di Fossò

Criteri generali per la formulazione di eventuali liste di attesa nel caso di iscrizioni in eccedenza rispetto ai posti disponibili.

 

REGOLAMENTO IN MATERIA DI DISCIPLINA DELL’USCITA DEGLI ALUNNI DA SCUOLA allegato al regolamento di Istituto

Click sul link per scaricare il REGOLAMENTO IN MATERIA DI DISCIPLINA DELL’USCITA DEGLI ALUNNI DA SCUOLA

Regolamento che stabilisce le norme di comportamento relative alle modalità di uscita degli alunni dai plessi dell’Istituto “E. L. CORNER”, norme che tutto il personale scolastico è tenuto a conoscere ed applicare, e che alunni e genitori sono tenuti a rispettare.

Per la diffusione del presente Regolamento se ne dispone la pubblicizzazione mediante l’Albo on line dell’Istituzione scolastica e sul sito web della scuola.

 

REGOLAMENTO USO DEI TELEFONI CELLULARI E ALTRI DISPOSITIVI ELETTRONICI C.d.I. 20-04-2017

Click sul link per scaricare il REGOLAMENTO USO TELEFONI CELLULARI E ALTRI DISPOSITIVI ELETTRONICI – CDI del 20.04.2017

Regolamento sull’uso a scuola da parte degli alunni dei telefoni cellulari e ogni altro dispositivo elettronico similare.

 

CRITERI FORMAZIONE CLASSI PRIME SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI I°

Click sul link per scaricare il CRITERI FORMAZIONE CLASSI PRIME SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI I°

 

REGOLAMENTO VISITE GUIDATE E VIAGGI D’ISTRUZIONE

Click sul link per scaricare il REGOLAMENTO VISITE GUIDATE E VIAGGI D’ISTRUZIONE -CdI del 27.04.2015

Il presente Regolamento si fonda sulla normativa vigente (C.M. n. 291 del 14/10/1992 e n. 623 del 02/10/1996 e successive modificazioni) ed è stato elaborato tenendo presenti le esigenze dell’Istituto nell’ambito dell’autonomia della Scuola.

L’Istituto comprensivo considera tutte le iniziative volte a integrare la normale attività didattica parte qualificante dell’offerta formativa, approfondimento della capacità di apprendere, possibilità di esperienza, opportunità di conoscenza, socializzazione e formazione per gli studenti del nostro Istituto.

I viaggi di istruzione, le visite guidate a musei, mostre, manifestazioni culturali, di interesse didattico o professionale, lezioni con esperti e visite a enti istituzionali o amministrativi, la partecipazione ad attività teatrali e sportive, i soggiorni presso laboratori ambientali, la partecipazione a concorsi provinciali, regionali, nazionali, a campionati o gare sportive, a manifestazioni culturali o didattiche, i gemellaggi con scuole estere sono parte integrante e qualificante dell’offerta formativa e momento privilegiato di conoscenza, comunicazione e crescita personale.

Affinché queste esperienze abbiano un’effettiva valenza formativa devono essere considerate come momento integrante della normale attività scolastica.

Esse presuppongono, in considerazione proprio delle motivazioni culturali didattiche e professionali che ne costituiscono il fondamento e lo scopo preminente, una precisa ed adeguata programmazione didattica e culturale predisposta nelle scuole fin dall’inizio dell’anno scolastico.

Tale fase programmatoria rappresenta un momento di particolare impegno dei docenti e degli organi collegiali ad essa preposti e si basa su progetti articolati e coerenti che consentono, per ciò stesso, di qualificare dette iniziative come vere e proprie attività complementari della scuola e non come semplici occasioni di evasione.

Non è necessariamente prevista una specifica, preliminare programmazione per visite occasionali di un solo giorno ad aziende, musei, unità produttive.

 

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI PUBBLICI

Click sul link per scaricare il CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI PUBBLICI

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 aprile 2013, n. 62
Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell’articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. (13G00104) (GU n.129 del 4-6-2013)

 

REGOLAMENTO DELL’ATTIVITA’ NEGOZIALE PER LA FORNITURA DI BENI E SERVIZI C.d.I. 20-04-2017

Click sul link per scaricare il Regolamento dell’attività negoziale per la fornitura di beni e servizi

 

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DI ISTITUTO C.d.I. 20-04-2017

Click sul link per scaricare il REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DI ISTITUTO